Sinossi

Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata”!

Albert Einstein

 

NATURA

Le innumerevoli forme: dalla cima della montagna più alta alla profondità degli abissi del mondo sottomarino; colori dalle infinite sfumature dai confini dell’Universo, ovvero dallo spazio infinito; forme e colori che esprimono tutta la creatività di un artista unico e inimitabile; i profumi: dei fiori, del mare, della terra, della pioggia…

Quanta similitudine tra la Natura e lo Yoga, forme: Hatha, Raja, Jnana, Karma, Tantra, Bakty, Mantra…; nomi: cobra, pesce, gatto, albero, triangolo…

YOGA

Ogni elemento in Natura ha un nome, ed è alla natura che lo Yoga si è ispirato per la scelta dei nomi delle posizioni; così – che – assumendo una determinata Asana ci si mette in relazione con le caratteristiche innate dell’elemento di riferimento assorbendone qualità e virtù!

Un chakra: un colore, un simbolo! Si arrivano a contare fino a 114 punti vitali (chakra), in verità il loro numero è infinito. Essi sono responsabili della distribuzione dell’energia nel corpo umano determinando armonia o squilibrio!

Con la pratica dello Yoga i sensi si acuiscono! Si affina l’olfatto, il gusto, l’udito, la vista e la mente!

CONTEMPLAZIONE

La pratica della meditazione ci connette attraverso la contemplazione al Divino! Quando l’alba, il tramonto o un panorama fermano per qualche istante il processo mentale catturando tutta la nostra attenzione estasiandoci di fronte a tanta bellezza e splendore, allo stesso modo e ogni volta lo si desideri, possiamo contemplare il nostro mondo interiore colmo di altrettanta bellezza e mistero!
Prestare attenzione al “bello” della Natura dentro e fuori il nostro corpo, purifica la mente!

IMPERMANENZA

Tutto è in continua mutazione, l’impermanenza è la Realtà! Così come la Natura cambia attorno a noi e muta anche la nostra percezione di essa a seconda dello stato d’animo o di salute del momento presente, altrettanto la pratica yoga ci sorprende ogni volta; ci insegna sempre qualcosa di nuovo; la stessa posizione o sequenza la si affronta e percepisce in maniera sempre nuova.
Lo Yoga ci mette in relazione con la parte più profonda di noi affinchè emergano anche cose inaspettate che ci consentono di conoscere noi stessi ogni volta un po’ di più avvicinandoci al bizzarro elemento che è lo spirito umano!

“Ciò che conosciamo di noi è solamente una parte
e forse piccolissima,
di ciò che siamo a nostra insaputa.”
(L. Pirandello)

https://www.samyayoga.it/conosci-te-stesso-utopia/Conosci-te-stesso

EVOLUZIONE

Natura e esseri viventi sono interconnessi nel processo evolutivo e quest’ultimi si sforzano per adattarsi al proprio ambiente sviluppando poteri e capacità sempre nuovi. Entrambi costituiscono la parte materiale dell’esistenza e la loro evoluzione non ha alcun fine di per se stessa, ma è in funzione dell’evoluzione animica per il passaggio a un livello superiore di esistenza e coscienza mediante l’autorealizzazione individuale, ovvero la materia è il mezzo affinchè le coscienze individuali possano evolversi attraverso la vita.

SOCIETA’

Se ne deduce pertanto che, il cambiamento delle società non dipende dal mettere in campo nuove leggi, nuove dinamiche politiche, coercizioni e rivoluzioni.

La vera rivoluzione e’ quella interiore!

Il cambiamento, l’evoluzione deve avvenire a partire dal singolo individuo, in quanto la società rappresenta ne più ne meno che la somma degli individui che la compongono.

Comments are closed.