I tempi sono maturi per un cambiamento radicale

I tempi sono maturi

Il cambiamento è già in atto; dopo secoli in cui gli esseri umani hanno brancolato nel buio, uno spiraglio di luce fa intravedere la possibilità di un cambio di rotta verso un’esistenza più consapevole.

Il nostro pianeta è evidentemente malato! Si è per troppo tempo abusato sfruttando la natura fino a creare il caos, là dove un tempo remoto gli uomini vivevano in armonia con l’ambiente.

Sono venuti meno il rispetto e l’amore per la natura e per tutti gli esseri viventi; sfruttando senza razionalità e logica le risorse del pianeta costituendo società avide di potere costi quel che costi. Le conseguenze? …mari, fiumi e laghi sono inquinati così come l’aria che si respira.

L’incapacità dell’essere umano di relazionarsi con la madre terra senza rispetto delle leggi naturali, crea i presupposti di una natura che per difendersi dagli attacchi continui è costretta a ribellarsi per non soccombere, manifestando tutta la sua potenza con terremoti, uragani, inondazioni e le numerose malattie che tormentano l’uomo come conseguenza di uno stile di vita che non appartiene al genere umano.

Antispecismo

L’essere umano ponendosi al centro dell’universo ha dato vita – con la presunzione che lo contraddistingue – all’antispecismo… ignorando il fatto che l’uomo è semplicemente un qualunque abitante della terra, né più né meno delle altre specie. La speranza per un cambiamento tangibile, dipende dall’essere consapevoli di ciò che sta accadendo sotto gli occhi di tutti e la conseguente presa di coscienza riconducibile al fatto che tutto è Uno: il mondo animale, vegetale e minerale.

Grazie al progresso raggiunto, abbiamo gli strumenti necessari per decidere se continuare a distruggere il nostro pianeta o creare benessere per tutti rispettando il nostro habitat e tutti gli esseri che vi fanno parte.

L’umanità ha la possibilità di elevare un livello di coscienza tale quale diritto e dovere nei confronti di sé, di tutti gli esseri viventi, del pianeta terra e di tutto l’universo che ci circonda, riscattando la propria dignità nella direzione della dimensione spirituale entro la quale riconoscere il senso dell’esistenza.

La Società

La Società così come è strutturata è priva di certezze e punti di riferimento cardine, scandita da ritmi frenetici dove tecnologia e super-industrializzazione rendono l’uomo prigioniero del sistema e alienato dalle proprie radici accrescendo a dismisura i suoi bisogni, per soddisfare i quali adotta un comportamento convulso nell’atto di consumare ad ogni costo.

Preferire una condotta dove prevalga il valore etico, scegliendo consapevolmente (compresa la giusta scelta alimentare nel rispetto degli animali), è il primo passo verso un processo di trasformazione che vedrà l’uomo nuovo più responsabile nell’impegno sociale per proteggere e salvaguardare il nostro pianeta.

Che la saggezza possa farsi strada fino ai confini dell’universo per illuminare le coscienze alla ricerca della spiritualità quale guida per trovare soluzioni concrete.

L’alternativa: l’autodistruzione globale, come già accadde in un lontano passato, quando civiltà anche più evolute della nostra perirono a causa dell’arroganza e dell’ignoranza dell’uomo, che impazzito per il progresso, subì gli effetti negativi derivanti da un atteggiamento oscuro e minaccioso sfidando le leggi della natura.

 

 

Comments are closed.